PROGETTO DI CO-HOUSING: solidarietà e attenzione per l'altro anche dove sembra più difficile.

 

Jerry Masslo era un giovane profugo politico sudafricano. Fino agli anni ‘90 l’asilo politico in Italia veniva riconosciuto solamente ai profughi dell’Est Europeo così Masslo e altri profughi “de facto”, senza documenti (i famosi clandestini) lavoravano in nero alla raccolta del pomodoro, nelle campagne di Villa Literno in provincia di Caserta, zona di camorra. Tutto questo in condizioni di sfruttamento durissime, costretti a vivere in baracche e isolati dall’ ostilità della popolazione locale.

 

Jerry Masslo fu ucciso nell’ agosto del 1989 per difendere gli scarsi risparmi da un tentativo di rapina, ennesimo atto di sopraffazione nei loro confronti. Alla sua memoria è dedicato l’ alloggio di assistenza abitativa di San Prospero Strinati. La realtà di cui stiamo parlando è quella di un’ex scuola convertita in condominio, gestito dal Comune, in cui vivono diverse famiglie ma anche diverse persone sole in attesa di capire come e cosa fare per ridurre le loro difficoltà.

 

Questa è una storia atipica e l’atipicità sono questi reggiani di varie nazionalità che si sono trovati a vivere insieme in seguito a momenti di difficoltà, economiche e non, ma nonostante (o forse grazie a questo) hanno sviluppato una collaborazione quotidiana, un aiuto reciproco e un interesse verso l’altro difficilmente riscontrabile nei condomini “normali" della città.

 

 

Contatti:

  +39 334 6556691
 a.grassi@coop-ilpiccoloprincipe.it

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

 

 

 

 


Soc. Coop.va Soc Il Piccolo Principe, via Degani 1 - 42124 Reggio Emilia
P.IVA/C.F.: 02102760356 - REA 251681
Reg. Impr. di Reggio Emilia 02102780356
Iscr. Albo Coop.ve A/122483